Come di consuetudine si è tenuta anche quest’anno a Las Vegas l’International Consumer Electronics Show, meglio nota con l’abbrebiazione CES;

la più importante fiera dell’elettronica di consumo, durante la quale spesso vengono presentati, prima della loro
commercializzazione, per la prima volta a livello mondiale, nuovi prodotti dell’elettronica di consumo.

Proprio durante l’ultima fiera, tenutasi a gennaio del 2014, La statunitense Razer ha presentato Christine, il primo computer modulare,
ottenendo il “Best PC Award” ovvero il massimo riconoscimento per quanto riguarda l’hardware pc.

Con l’avvento di Christine il modo di vedere e progettare i pc possibilmente cambierà radicalmente.
razer-christines05-mini razer-christines03-mini OLYMPUS DIGITAL CAMERA
L’idea di un computer modulare, infatti, prevede di “trasformare” il pc in una semplicissima colonna nella quale incastrare uno dopo l’altro i diversi moduli che costituiscono le varie componenti del pc.

In tal modo, idealmente, per “montare” un computer non occorrerà più avere conoscenze tecniche riguardo alla compatibilità dei vari componenti, e non ci sarà più l’ingombro dei vari cavi all’interno del case, basterà soltanto collocare, come in un puzzle, un modulo nella sezione della colonna a lui dedicata.

razer-christines08-mini razer-christines06-mini razer-christines09-mini
Oltre ai vari moduli Christine disporrà di un piccolo display touchscreen che consentirà di visualizzare le informazioni di manutenzione del vostro sistema. E,come se tutto ciò non fosse già abbastanza, sarà dotato, all’interno della colonna, di un sistema di raffreddamento a liquido, con olio minerale, e di una tecnologia per attenuare il rumore del pc.

razer-christines07-mini razer-christines02-mini
fonte immagini google images.