Negli ultimi giorni di dicembre Apple ha introdotto nuove procedure relative al sistema dei rimborsi su App Store e iTunes Store. Nonostante quest’ultima sia sempre stata molto indulgente per quanto riguarda le pratiche di rimborso, almeno relativamente all’Europa, questa è tuttavia la prima volta che il processo viene definito in termini chiari.

Le nuove procedure sono state documentate all’interno di file PDF specifici per ogni nazione coinvolta nelle novità. Novità che al momento riguardano esclusivamente gli Stati dell’Unione Europea, fra cui ovviamente anche l’Italia.

In seguito alla nuova normativa, gli utenti europei di App Store e iTunes Store che hanno acquistato musica, film, app e altri contenuti multimediali, hanno adesso a disposizione quattordici giorni di tempo per richiederne il recesso. Le politiche sono state presentate dalla Mela attraverso una modifica alla documentazione di supporto ufficiale, così da unificare le pratiche di rimborso su acquisti fisici e digitali. Importante è sottolineare che le novità introdotte consentono il diritto di recesso dall’acquisto dei beni digitali anche senza la necessità di riportare alcun motivo.

Stando ai documenti di Apple, vengono accettate tutte le tipologie di articoli presenti negli store, salvo alcune eccezioni: non possono, infatti, essere però rimborsati gli abbuoni iTunes, gli abbonamenti stagionali e i Regali iTunes già riscattati.

Per quanto riguarda la modalità di rimborso, invece, questo avverrà gratuitamente, utilizzando lo stesso metodo di pagamento impiegato per la transazione. L’apporto precedentemente pagato verrà ricevuto entro un massimo di due settimane dalla comunicazione di recesso.

Il nuovo sistema introdotto permette di aumentare la sicurezza quando si acquistano le app e di proteggere l’acquirente da potenziali frodi, tuttavia si può usufruire di questo servizio a fronte di un piccolo onere da sostenere.

Apple ha aumentato in alcuni Paesi Europei la tariffa per la partecipazione a Apple Developer, il programma che consente agli utenti di usufruire di varie agevolazioni, oltre che di esclusivi aggiornamenti di carattere tecnico: nel Regno Unito il costo della tariffa è passato da 60£ a 79£, in Germania da 80€ a 99€. Non è ancora del tutto chiaro se l’aggiornamento dei prezzi riguarderà anche gli altri Paesi, così come al momento non è possibile stabilire se le nuove politiche di rimborso dipendano in qualche modo dai nuovi prezzi con cui dovranno confrontarsi gli sviluppatori interessati ad iOS.