Tutti conosciamo il famosissimo logo di Apple rappresentato, come suggerisce lo stesso nome, da una mela morsicata, ma in pochi forse sono a conoscenza della storia delle sue origini.

Il primo logo della Apple Computer fu disegnato nel 1976 da un ex socio di Steve Jobs e rappresentava Isaac Newton mentre leggeva un libro ai piedi di un albero di mele (chiaro riferimento alla scoperta della legge di gravitazione universale ad opera del grande scienziato inglese, proprio grazie ad una mela che lo colpì).
Pur non comparendo il noto frutto, simbolo inconfondibile di Apple, il riferimento ad esso era quindi già presente sin dall’inizio. Pare che Steve Jobs nutrisse una grande passione per le mele (nell’estate del 1975 aveva lavorato in una piantagione di mele in Oregon) da qui anche il nome conferito alla società.

Il disegno in questione a causa della grafica poco accattivante, non soddisfò però mai Jobs, che nel 1977 commissionò una nuova immagine per il logo della sua società al grafico Rob Janoff. Questi ideò allora il logo della mela morsicata. La parola morso – in inglese “bite” – non solo si abbinava alla perfezione ai bit e ai byte del linguaggio informatico, ma alludeva allo stesso tempo al peccato originale, come a sottolineare l’anticonformismo della Apple.

Inizialmente Janoff raffigurò una mela monocromatica e dai tratti molto semplici, ma in un secondo momento Jobs la richiese colorata. Il logo venne così arricchito con una serie multicromatica di bande orizzontali che ricordava un arcobaleno e si accompagnava allo slogan “Bite that Apple” (“mordi quella mela”). L’immagine rimase tale fino al 1998, quando tornò ad essere monocromatica, come inizialmente era stata progettata.

Esistono molte altre ipotesi sull’origine della mela morsicata come emblema della più famosa azienda informatica al mondo. Una dichiarazione dello stesso Steve Jobs ad esempio lascerebbe pochi dubbi sul perché del nome “Apple”. Egli affermò che in quegli anni era un fruttariano, in pratica mangiava solo frutta. Essendo circa tre mesi in ritardo per depositare un nome di business di fantasia per la società appena fondata, minacciò di chiamare quest’ultima “Apple Computer” a meno che qualcuno non avesse suggerito un nome più interessante, sperando di stimolare la creatività. Ma niente si mosse e il nome rimase quello.

Un’altra teoria vuole che Jobs per il logo della sua società si fosse ispirato ad una copertina di un disco dei Beatles della quale rimase molto colpito.

C’è chi sostiene anche che mentre i fondatori stavano scegliendo il nome da conferire all’azienda, fosse sul tavolo una mela morsicata, simbolo ideale per veicolare il messaggio che utilizzare prodotti Apple è facile come mangiare una mela.

Insomma la storia dell’origine della “mela” è piuttosto elaborata e complessa. Una cosa è certa, grazie anche alla semplicità ed essenzialità del suo logo, Apple è riuscita ad entrare nell’immaginario collettivo di tutti.